TIPICO IMPIANTO PREMISCELATI PER L'EDILIZIA: ESSICCAZIONE - MISCELAZIONE - ADDITIVAZIONE

NAVIGAZIONE 3D

Per premiscelati per l’edilizia si intendono quei prodotti pronti all’uso utilizzati in edilizia quali intonaci, collanti, massetti, impermeabilizzanti, rasanti, malte per finiture e ripristini ecc. ecc.  I materiali di partenza risultano principalmente, a seconda dei produttori,  carbonati, silice e gessi. L’impianto tipico per la produzione di premiscelati è costituito dalle seguenti sezioni :

  • alimentazione impianto

  • essicazione e filtrazione

  • macinazione

  • stazione di vagliatura

  • batteria sili di stoccaggio

  • stazione di additivazione e miscelazione

  • confezionamento

tipico impianto premiscelati per l'edilizia

ALIMENTAZIONE ED ESSICCAZIONE

ALIMENTAZIONE ED ESSICCAZIONE

Alimentazione impianto  costituito dalle seguenti apparecchiature :

  • Tramoggia di caricamento materiale

  • Estrattore dosatore

  • Trasportatore a nastro di alimentazione all’essiccatore.

Il materiale  di alimentazione è costituito normalmente da carbonati di calcio pezzatura < 50 mm con umidità che può arrivare nel periodo invernale, in mancanza di adeguati stoccaggi  coperti, fino al  5 ÷ 6 %.

 

Essiccazione e filtrazione con le seguenti apparecchiature :

  • Essiccatore rotativo

  • Filtro gas combusti dell’essiccatore

L’essiccatore garantisce un’umidità in uscita dell’ordine del 0,5–1 % , valore indispensabile per ottenere la vagliatura di precisione che sarà descritta in seguito. Il filtro a maniche a servizio dell’essiccatore provvede a depolverare i gas combusti dell’essiccatore prima dell’immissione degli stessi in atmosfera : le polveri 0÷150 µm   raccolte nel cassone inferiore del filtro vengono estratte con una rotocella e una coclea per poi essere trasferite ad un silo di stoccaggio o al riempimento di big-bags.nsaccamento.

tipico impianto premiscelati per l'edilizia - alimentazione ed essiccazione

MACINAZIONE E VAGLIATURA

Macinazione con le seguenti apparecchiature :

  • trasportatori a nastro ed elevatori

  • silo polmone materiale  da macinare

  • estrattore vibrante di alimentazione al mulino

  • mulino a martelli a singolo o doppio rotore con griglia

  • coclea di estrazione del materiale macinato

Il mulino a martelli  , che produce un granulato 0÷4 mm, scarica su una tramoggia in depressione collegata ad un altro filtro a maniche (non rappresentato) con coclea a canala di estrazione

 

Stazione di vagliatura costituita dalle seguenti apparecchiature :

  • uno o due vagli a nutazione

  • ripartitore vibrante (se in presenza di più di un vaglio a nutazione)

Il ripartitore vibrante ha la funzione di  ripartire in maniera precisa il materiale in arrivo tra i due vagli sottostanti in modo da sfruttare al massimo  la potenzialità di vagliatura degli stessi.  Ciascun vaglio può essere equipaggiato fino ad un massimo di cinque piani vaglianti con le seguenti luci (mm): 0,3 – 0,7 – 1,2 – 2,2 (valori indicativi)

La frazione > 2,2 mm sarà ricircolata al mulino, mentre  le altre quattro, che  costituiscono i granulati per i premiscelati, saranno avviati ai sili di destinazione.

tipico impianto premiscelati per l'edilizia - macinazione e vagliatura

BATTERIA SILI DI STOCCAGGIO

BATTERIA SILI DI STOCCAGGIO

Nella figura sono rappresentati quattro sili per lo stoccaggio degli inerti provenienti dalla stazione di vagliatura e altri quattro sili per i leganti (per esempio cemento 525 grigio, 525 bianco, gesso o altri ancora).

tipico impianto premiscelati per l'edilizia - batteria sili di stoccaggio

STAZIONE DI ADDITIVAZIONE E MISCELAZIONE

STAZIONE DI ADDITIVAZIONE  E MISCELAZIONE

Negli impianti per i  premiscelati per l’edilizia occorre dosare , e successivamente miscelarli in un mescolatore, i seguenti componenti :

  1. Inerti  (carbonati , silice , gessi di varie granulometrie in funzione del prodotto finale);

  2. leganti  (cementi, gessi, calce)

  3. additivi (p.e.  resine, aeranti, fluidificanti, fibre, cellulose ecc.ecc)

Sul mescolatore sono posizionate una o due tramogge pesatrici che dosano, per ciascuna carica di miscelazione, inerti e leganti che vengono estratti ,uno alla volta ,  da uno specifico silo ; gli additivi vengono dosati a parte in una stazione di additivazione, posta al  piano superiore : tale stazione è costituita da dei mini-sili per gli additivi con relative coclee di estrazione  e una o due specifiche bilance dosatrici.

Il miscelatore provvede a omogeneizzare intimamente tutti i materiali introdotti (inerti, leganti e addittivi precedentemente dosati. Il prodotto miscelato può essere inviato direttamente a un silo, per le spedizioni di premiscelato sfuso (massetti , intonaci) o direttamente all’impianto di insaccamento.

indietro

tipico impianto premiscelati per l'edilizia - stazione di additivazione

TIPICO IMPIANTO PREMISCELATI PER L'EDILIZIA

MACINAZIONE E VAGLIATURA